Proseguirà il rialzo a Piazza Affari?

Leggi l’intervista pubblicata da Trendonline ad Andrea Plevna, che ha risposto a domande di analisi tecnica sull’indice Ftse Mib e su diverse blue chips italiane.

Eccone alcuni estratti:

“Ad oggi c’è una calma abbastanza evidente sui mercati con un sentiment positivo e un eventuale shock dalle elezioni francesi con una vittoria inaspettata di Le Pen potrebbe essere un market mover, naturalmente in negativo, per le Borse. Bisogna quindi prestare attenzione, anche se i sondaggi danno in vantaggio Macron, la cui vittoria è sicuramente l’esito più favorevole ad una prosecuzione del rialzo. Guardando a Piazza Affari, abbiamo assistito ad un forte rialzo del Ftse Mib la scorsa settimana e ci sono molti titoli in ipercomprato, quindi è difficile se non rischioso impostare delle strategie al rialzo o basata sulla forza, per cui è preferibile acquistare sulla debolezza e poi vendere sulla forza.”

“Sto monitorando Ubi Banca che sta performando bene da inizio anno dopo aver patito nel 2016 raggiungendo nuovi minimi storici. Nel breve il titolo deve i fare i conti con l’ostacolo dei 4 euro e precisamente dei 4,08 euro che corrispondono ai massimi relativi del 2016. Ubi Banca ha raggiunto di recente questo livello e da lì è iniziata una fase di vendite, per cui l’area dei 4,08 euro è da monitorare per eventuali strategie sulla forza che, ripeto, ritengo essere rischiose in questa fase. Sulla debolezza si può intervenire in area 3,6/3,5 euro dove si chiuderebbe il gap-up della scorsa settimana e dove si potranno valutare nuovi ingressi al rialzo. Discorso simile per Intesa Sanpaolo che rispetto a Ubi Banca è meno volatile e non ha avuto grossi scossoni in negativo.”

Non mancano poi approfondimenti su singoli titoli come FCA, Ferrari e Technogym.

LEGGI L’ARTICOLO COMPLETO