Il “triangolo patrimoniale” ALFA

Navigando sul sito di ALFA SCF si incontrano termini come pianificazione e consulenza patrimoniale.

Ma cosa è il patrimonio?

All’ascolto della parola “patrimonio”, nella mente di ogni persona si genera un’immagine diversa, e spesso anche un’emozione o una reazione a livello fisico. Una volta identificati gli aspetti soggettivi, in ALFA abbiamo trovato un modo per raffigurare il patrimonio, le sue componenti e le dinamiche correlate ad esso, così da trattare questo tema insieme ai nostri clienti con una traccia comune.

Abbiamo scelto una forma triangolare, raffigurata sotto. A fronte di necessarie semplificazioni, questa immagine può essere utilizzata da ogni individuo e da ogni famiglia per mappare con un buon grado di chiarezza la propria situazione patrimoniale. Come vedremo in successive pubblicazioni, si presta bene anche a rappresentare l’andamento del bilancio familiare.

Il triangolo del patrimonio ALFA è suddiviso in 3 componenti patrimoniali (triangoli dorati) che racchiudono al centro la persona o le persone di riferimento (triangolo rovesciato blu), ed è contornato da 3 elementi correlati (lati blu). Approfondiamolo insieme, dall’interno verso l’esterno:

Le persone di riferimento (triangolo rovesciato blu al centro)

Iniziamo appositamente dalle persone e non dai beni e dagli investimenti, per evidenziare che un patrimonio in sé è un semplice insieme di beni, mentre assume uno scopo grazie alla presenza di uno o più individui che definiscono obiettivi e che hanno la facoltà di decidere come allocare tali beni. Oltre a ciò, è importante ricordare che ogni individuo è dotato di un proprio patrimonio di esperienze e competenze che può essere messo a frutto nel futuro: possiamo chiamarlo capitale umano.

Le 3 componenti del patrimonio (triangoli dorati)

Sono la parte “core” del patrimonio, la struttura portante, suddivisa in 3 classificazioni principali per poter essere mappata e visualizzata con chiarezza. Gli investimenti finanziari (conti correnti, dossier titoli e fondi, gestioni e altri investimenti mobiliari; la sfera immobiliare (prima casa, seconde case, immobili a reddito e altri investimenti nel mattone); accantonamenti sfruttabili in futuro (TFR, accantonamenti e piani previdenziali) e investimenti a lungo termine (polizze con componenti assicurative, quote aziendali nel caso di imprenditori).

I 3 elementi che influenzano il patrimonio (lati blu esterni)

Sono caratteristiche specifiche delle persone di riferimento e del loro nucleo familiare. L’aspetto che guida le scelte in tema patrimoniale, cioè gli obiettivi di vita e lo scopo del patrimonio; il quadro attuale e di sviluppo futuro del lavoro e delle fonti di reddito della famiglia; il quadro familiare inteso come interazione tra le esigenze personali delle persone di riferimento, di chi beneficia del patrimonio e di chi può incrementarlo (con particolare attenzione a figli e a genitori se presenti).

Vuoi un supporto per strutturare il tuo triangolo patrimoniale e ragionare insieme su come impostarne l’ottimizzazione? Contattaci!