Portafogli modello: Andrea Plevna risponde su Focus Risparmio

ALFA SCF interpellata da Focus Risparmio descrive le esposizioni di un portafoglio di Asset Allocation Strategica per i prossimi mesi dell’anno.

LEGGI L’ARTICOLO COMPLETO

Ecco un estratto di quanto esposto da Andrea Plevna, co-CEO ALFA SCF:

In Alfa Scf, società di consulenza autonoma basata a Torino si supera il tradizionale approccio di “asset allocation obiettivo” strutturando il portafoglio dei clienti attraverso una molteplicità di strategie di investimento, “che vengono opportunamente selezionate e pesate sulla base delle caratteristiche del cliente, delle esigenze e degli obiettivi finanziari, e del profilo di rischio MiFID. In pratica, il portafoglio sotto consulenza è costituito dalla somma di alcuni building block, che all’italiana potremmo definire mattoncini, ognuno dei quali è composto da strumenti che vengono selezionati applicando una apposita strategia di investimento (con specifici obiettivi e livelli di rischio)”, spiega a FR il co-ceo dell’azienda, Andrea Plevna.

L’Ufficio Studi di Alfa ha sviluppato strategie che si basano sia su sistemi algoritmici quantitativi sia su metodi di selezione titoli discrezionali; “Quello che vorrei presentare oggi è il nostro portafoglio modello di Asset Allocation Strategica, adatto ad affrontare il secondo semestre 2020 così come il 2021. Si tratta di una strategia che prende in esame le principali macro-asset class obbligazionarie ed azionarie e, tramite l’utilizzo di metodologie quantitative basate sul resampling e sull’ottimizzazione media-varianza, viene determinata l’asset allocation ottimale che permetta di affrontare nel migliore dei modi tutti i contesti di mercato, con un orizzonte temporale di medio-lungo termine. Il livello di rischio è prefissato e definito in funzione della percentuale azionaria che si vuole detenere in portafoglio. In particolare, ipotizzando un profilo di rischio medio-basso, l’esposizione azionaria prefissata è pari al 30% e si ottengono i pesi indicati nella matrice. L’ottimizzazione dei pesi è coerente con il comportamento statistico storico delle asset class selezionate, ma non è vincolata al passato”.

Il portafoglio modello di Alfa Scf può essere realizzato mediante Etf, fondi o sicav. “Naturalmente, un aspetto importante riguarda il fatto che ciascuna asset class sia replicata utilizzando lo strumento più efficace ed efficiente possibile – precisa Plevna. Per concludere, il portafoglio modello presentato si può facilmente integrare con strategie discrezionali per maggior dinamicità e/o a fini di copertura”.